Mobilità ATA: le novità da conoscere nel fare domanda

Sulla domanda di mobilità del personale ATA ci sono tante guide utili sui siti sindacali per poter capire i meccanismi della mobilità e compilare correttamente le dichiarazioni e autocertificazioni.  Noi aggiungiamo anche questo articolo e relativi allegati sperando di semplificare ancora di più tutta la tematica. Ricordiamo che chi è stato assunto in questo anno scolastico è obbligato a presentare domanda di assegnazione definitiva.

E’ consigliabile per chi ha difficoltà a barcamenarsi farsi seguire dalle organizzazioni sindacali recandosi presso le relative sedi.

Un quesito che potrebbe sorgere è il seguente: meglio compilare una dichiarazione cumulativa o compilare le singole dichiarazioni da salvare e allegare alla domanda su istanzeonline?
A nostro avviso, le singole dichiarazioni, invece della cumulativa, permettono un lavoro più ordinato perché in questo modo si può escludere e non allegare i modelli che non riguardano la propria specifica situazione personale familiare.

Ciò rappresenterebbe, a nostro avviso, una semplificazione per il lavoro dell’Ufficio scolastico che riceve e valuta i punteggi di ogni domanda.

Insieme alla domanda su istanzeonline, che va presentata dal lunedì 8 maggio 2017 fino al 24 maggio 2017 (non è ancora chiara se la data di scadenza sarà spostata al 28 maggio), devono essere presentati alcuni documenti:

  • dichiarazione dei servizi;
  • dichiarazioni di servizio continuativo
  • dichiarazione personale
  • autocertificazione di quanto indicato nella domanda

I facsimile delle dichiarazioni, ad eccezione della dichiarazione personale, sono allegati all’ordinanza ministeriale e riprodotti in calce a questo articolo in formato OpenOffice.

Sia per il personale docente ed educativo, che per il personale ATA, la novità di quest’anno è l’equiparazione del punteggio tra servizio pre-ruolo e servizio di ruolo, ma solo nella mobilità volontaria e non per quanto riguarda le graduatorie interne per l’individuazione dei perdenti posto e per i successivi trasferimenti d’ufficio.

Per il personale ATA l’equiparazione tra servizio pre-ruolo e ruolo vale solo se il servizio è stato prestato nell’ambito della stessa area, ancorché in profilo diverso.

La valutazione del servizio pre-ruolo svolto nella medesima area di appartenenza viene effettuata:

punti 2 nella mobilità a domanda;

punti 1 nella mobilità d’ufficio.

È valutato con punti 1 sia per la mobilità a domanda che per la mobilità d’ufficio:

il servizio di ruolo e non di ruolo prestato in area diversa;

il servizio prestato nel ruolo docente;

il servizio militare riconosciuto o riconoscibile ai fini della carriera ai sensi dell’art. 569 del Decreto legislativo 297/94 e successive modifiche.

Per la mobilità a domanda:

si valuta per intero il numero di anni e mesi di servizio pre ruolo.

Per la mobilità d’ufficio:

i primi 4 anni sono valutati per intero e i 2/3 il periodo eccedente.

I posti di un’autonomia scolastica situati in sedi ubicate in comuni diversi rispetto a quello sede di organico saranno assegnati, nel limite delle disponibilità destinate ai movimenti, secondo le modalità e i criteri definiti dalla contrattazione di istituto salvaguardando eventuali precedenze.

Per le precedenze e il punteggio “esigenze di famiglia” è stato specificato che ai sensi della legge 76/2016 per coniuge si intende anche la parte dell’unione civile.

LA GUIDA OPERATIVA DI ISTANZEONLINE

MODULISTICA

PUNTEGGIO ESISTENZA FIGLI

RICONGIUNGIMENTO AL CONIUGE

RICONGIUNGIMENTO AL FIGLIO- PERSONALE SEPARATO

RICONGIUNGIMENTO AL FIGLIO – PERSONALE NON CONIUGATO

RICONGIUNGIMENTO AL GENITORE- PERSONALE NON CONIUGATO

RICONGIUNGIMENTO AL GENITORE-PERSONALE SEPARATO

RICONGIUNGIMENTO FAMILIARI BISOGNOSI DI CURE

DICHIARAZIONE CUMULATIVA PERSONALE ATA (AUTOCERTIFICAZIONE)

DICHIARAZIONE CUMULATIVA PER PRECEDENZA LEGGE 104

 

About Domenico Ciardulli 170 Articles
Blogger autodidatta, laureato in Management del Servizio Sociale a indirizzo Formativo Europeo presso Università degli Studi di Roma Tre, Master in Tutela Internazionale dei Diritti Umani presso Università degli Studi "La Sapienza". Profilo corrente: Ata. Nelle graduatorie d'istituto: educatore professionale.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*