Servizi online di NoiPA, “una camminata nel deserto”

di Ilaria Dell’arcobaleno*

Siete dipendenti pubblici? State cambiando conto corrente e dovete comunicarlo a NoiPA?
Tenetevi forte allora, perché la procedura è al limite del grottesco!

Io mi sono trovata esattamente in questa situazione: dovevo comunicare il mio nuovo IBAN a NoiPA e così ho chiamato il numero verde (06476111 da cellulare/800991900 da fisso): ingenuamente, pensavo che bastasse parlare con l’operatrice al telefono, in fondo che sarà mai? Devono solo scrivere il mio IBAN a computer, no?
Non sia mai! Vuoi mica che il Ministero delle Finanze offra un servizio così semplice, lineare, accessibile anche ai meno esperti?
Bene, l’operatrice al telefono inizia a parlare a macchinetta mentre io, dall’altra parte della cornetta, inizio a prendere appunti manco fossi una dattilografa esperta. Non vi risparmio la procedura indicatami soltanto perché potrebbe esservi di aiuto, semmai qualcuno si trovasse nella mia stessa situazione.
In buona sostanza:

  • Fare la login sul sito di NoiPA

  • Accedere all’area Self Service

  • Scegliere “Modalità di riscossione”

  • Se esce il divieto di accesso alla spunta “Modalità di riscossione” (cosa che credo accada il 99,9% dei casi), andare in alto a destra, accanto al proprio nome e cognome, cliccare sulla freccina e scegliere “Modifica dati personali”. Lasciare tutto com’è e riscrivere il proprio numero di cellulare. Per andare avanti verrà richiesto un PIN…

Ecco, il famigerato PIN richiesto per andare avanti… Io ovviamente non ce l’avevo.
Quindi richiamo il call center, chiedo all’operatrice come fare ed ecco la nuova procedura:

  • Login su NoiPA

  • Accedere all’area Assistenza

  • Compilare tutti i campi richiesti per i dati anagrafici, poi quelli relativi alla problematica da segnalare, scrivendo nell’apposito spazio “Si richiede Reset Pin”.

  • Si dà la conferma e si riceve una email in cui è presente un link: cliccarlo per dare ulteriore conferma.

noipa-orologio2a-550x300Se fin qui siete sopravvissuti, è necessario attendere un giorno al massimo ed ecco che, magicamente, arriverà una email con questo benedetto PIN.
Bene, a questo punto avremo quasi finito, no?
No, appunto: ora dobbiamo rifare da capo la procedura iniziale, passando dal Self Service di NoiPA. Dovremo riscrivere il nostro numero di cellulare (ora che abbiamo il PIN possiamo farlo, roba da non credere eh?) e fare una chiamata di sicurezza ad un numero che compare durante la procedura. Ma attenzione… La chiamata va fatta tassativamente entro 2 minuti, altrimenti bisogna ricominciare da capo…
Bene, dopo tutti questi semplicissimi passaggi si arriva finalmente ad una pagina, tipo oasi dopo un’interminabile camminata in un infinito deserto aridissimo, in cui inseriremo il nostro nuovo IBAN.

Io ci ho messo in tutto 2 giorni, ho sviluppato un livello di pazienza inverosimile e ho scoperto doti informatiche che non immaginavo neppure di avere però sì… Ce l’ho fatta!
Ora: sarebbe davvero carino se NoiPA ed il MEF semplificassero giusto un pochino questo genere di procedure. Internet dovrebbe agevolare e velocizzare le pratiche, non ostacolarle e prolungarle in questo modo. Va bene mettere in sicurezza l’accesso a determinati dati personali ma santo cielo… Quando è troppo è troppo!
Spero solo di non dover cambiare mai più IBAN e se voi intendete farlo, beh… Armatevi di santissima pazienza!

*Maestra scuola primaria Torino,
co-amministratrice del gruppo fb “Personale della Scuola per la Qualità e Dignità del Lavoro” che conta quasi 10mila iscritti

About Domenico Ciardulli 219 Articles
Blogger autodidatta, Educatore Professionale con Laurea Magistrale in Management del Servizio Sociale a Indirizzo Formativo Europeo; Master in Tutela Internazionale dei Diritti Umani. Profilo corrente: Ata nella Scuola Pubblica. Inserito nelle Graduatorie d'Istituto 3a fascia per l'insegnamento di "Filosofia e Scienze Umane"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*