REPUBBLICA ONLINE

La decisione adottata dal comitato per l'ordine pubblico di Caserta
Le minacce al giornalista in seguito al suo libro best seller "Gomorra"

Camorra, attivate misure di sicurezza allo scrittore Roberto Saviano

<B>Camorra, attivate misure di sicurezza<br>allo scrittore Roberto Saviano</B>

Roberto Saviano

CASERTA - Il comitato provinciale per l'ordine pubblico di Caserta ha dato il via libera all'adozione urgente di misure di protezione nei confronti del giornalista Roberto Saviano, autore del libro "Gomorra", romanzo inchiesta sulla malavita campana con il quale ha ottenuto il premio 'Viareggio'.

Lo scrittore, recentemente, Ŕ oggetto di pressanti minacce dalla camorra. In particolare esponenti di primo piano dei clan campani come Michele Zagaria, Antonio Iovine e Francesco Schiavone (pi¨ conosciuto con il soprannome di Sandokan) hanno mal tollerato il successo di "Gomorra", che ha imposto i loro traffici all'attenzione nazionale.

A denunciare i rischi corsi da Saviano era stato nei giorni scorsi l'Espresso, con cui il giornalista-scrittore collabora, rivelando come la camorra si Ŕ infuriata anche per "la sfida che Saviano ha portato nel loro feudo, nella Casal di Principe che negli anni '90 aveva il record di omicidi". Lo scrittore si Ŕ presentato infatti sul palco della cittadina casertana il 23 settembre scorso, insieme al presidente della Camera Fausto Bertinotti, nell'ultima di quattro giornate di mobilitazione anticamorra aperta dal ministro della Giustizia Clemente Mastella.

Malgrado i rischi ai quali va incontro, Saviano, lamentava l'Espresso, non ha ricevuto in questi giorni la solidarietÓ che ci si aspettava soprattutto dalle autoritÓ locali. In particolare il settimanale citava le bordate di Rosa Russo Iervolino che ha definito lo scrittore "simbolo di quella Napoli che lui denuncia".

(16 ottobre 2006

L'INTERVISTA VIDEO SU ARCOIRIS TV (GUARDA)