I fantasmi che abitano il mondo dei nostri figli

Si diffonde sempre di più l’uso e l’abuso di sostanze psicoattive nel mondo dei giovani e degli adolescenti.
Lo dimostra la statistica preoccupante che registra un numero crescente di giovani i quali, dopo aver assunto sostanze stupefacenti, ricorrono alle cure degli ospedali, agli interventi dei loro medici e a quelli del pronto soccorso.
Il pericolo più grave è la tendenza a mischiare le droghe più varie, come acido e/o coca e/o metamfetamina.
Miscugli anche più complessi verso cui, spesso, non si riesce a trovare antidoti idonei a salvare una vita o evitare danni irreversibili.
E sotto l’effetto di queste droghe abbinate all’alcol che si è consumato il delitto in un condominio della zona collatina di Roma: Tortura e sevizie su un ragazzo di 23 anni ucciso a coltellate e colpi di martello.
“Volevamo vedere l’effetto che fa”. È questa l’agghiacciante confessione – riportata dal Messaggero – fatta ai carabinieri di Roma da uno dei due autori.
Dopo avere assunto quasi dieci grammi di coca – svela – abbiamo siglato un patto, decidendo di uccidere qualcuno. Abbiamo chiesto a Luca di raggiungerci a casa mia.
Non so perché lo abbiamo fatto, eravamo in preda al delirio“.

La Scuola non può ignorare quanto avviene e dovrebbe attivare tutte le sue risorse per informare e formare i propri studenti sui rischi derivanti dall’uso e abuso di queste sostanze.
Così come si portano avanti positivi progetti contro il bullismo e il ciberbullismo spesso con l’ausilio di personale della Polizia postale, andrebbero incrementati i progetti rivolti agli adolescenti, sia per la prevenzione e protezione dalle “iniziazioni”, sia per l’avvicinamento dei consumatori abituali con strategie finalizzate alla riduzione del danno.

About Domenico Ciardulli 225 Articles
Blogger autodidatta, Educatore Professionale con Laurea Magistrale in Management del Servizio Sociale a Indirizzo Formativo Europeo; Master in Tutela Internazionale dei Diritti Umani. Profilo corrente: Ata nella Scuola Pubblica. Inserito nelle Graduatorie d'Istituto 3a fascia per l'insegnamento di "Filosofia e Scienze Umane"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*