Un grande Polo culturale a Roma nord? Basta un click!

Nelle votazioni online di luglio scorso ha ottenuto un grande e inaspettato successo la proposta, fatta da un gruppo di cittadini, di realizzare un Centro Artistico Multimediale con Biblioteca dietro la scuola di via Casal del Marmo 212 e di fronte al grande Parco dell’Agro Romano.
Si tratta di riqualificare 2000 metri quadri di area verde trascurata e circa 500 metri quadri di fabbricato da decenni lasciati in balìa del degrado, diventati riparo di senza fissa dimora e ritrovo di vandali.

biblio1Con il contributo civico di tutti noi potrebbe trasformarsi in un grande spazio sociale e culturale soprattutto per i giovani, quelli che amano la musica, la web radio, il cinema, l’informatica e quelli che vogliono leggere e studiare.

Ma sarà anche una piazza di incontro per tutti i cittadini, una grande centralità di esposizioni artistiche, teatro, convegni, cineteca, studio e ricerca, al servizio di tutto il quadrante di Roma nord ovest e dell’intera città.

I fondi necessari sarebbero disponibili: dei 20 milioni di euro del bilancio partecipativo che il Comune di Roma ha messo a disposizione di tutta la città, circa un milione e mezzo di euro è destinato ai quartieri del XIV° Municipio.

La proposta di Biblioteca e Centro artistico multimediale ha passato il primo filtro risultando tra le 3 proposte più votate del Municipio XIV.
Ma serve un altro click: Da sabato 12 a lunedì 21 ottobre si vota nuovamente online sul sito del Comune di Roma alla pagina “Bilancio partecipativo, Roma Decide
Se pensate che questa proposta vada sostenuta in quest’ultima decisiva fase di voto, occorre rivotarla e aumentare il consenso con nuove adesioni diffondendo il passaparola e aiutando a votare persone che non hanno partecipato al primo sondaggio.

spidRicordiamo che per votare occorre registrarsi con lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale)

A chi già ce l’ha basterà rientrare sul sito del Comune di Roma a “Bilancio Partecipativo 2019” e cliccare “mi piace” in corrispondenza del progetto da votare.
Per chi invece non avesse ancora lo Spid, ricordiamo che, al momento, è possibile richiederlo con 8 diversi provider, tra questi forse il più semplice ed economico, in quanto assolutamente gratuito, è quello di poste italiane che è possibile attivare recandosi personalmente all’ufficio postale muniti di documento, codice fiscale e un indirizzo e-mail.
Una procedura semplice per ottenere le credenziali necessarie al voto e l’accesso ad una serie di servizi utili al cittadino messi a disposizione dalle Pubbliche Amministrazioni comunali, regionali e statali.

Chi avesse bisogno di aiuto e indicazioni può  scrivere una mail a: biblioteca_ottavia@libero.it
Su richiesta potremo mettere a disposizione gratuitamente una postazione con PC nella giornata di sabato.

Votiamo tutti per rilanciare il progetto. Ai giovani diciamo: “fatevi un bel regalo riprendendovi ciò che vi appartiene”. Organizziamoci per informare quante più persone possibili. Non lasciamoci sfuggire questa bella opportunità!

About Domenico Ciardulli 240 Articles
Blogger autodidatta, Educatore Professionale con Laurea Magistrale in Management del Servizio Sociale a Indirizzo Formativo Europeo; Master in Tutela Internazionale dei Diritti Umani. Profilo corrente: Ata nella Scuola Pubblica. Inserito nelle Graduatorie d'Istituto 3a fascia per l'insegnamento di "Filosofia e Scienze Umane"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*